skoll212L’esordio musicale di Skoll avviene tra il 2000 e il 2001 con le prime esibizioni dal vivo e con la partecipazione alla compilation “Exordia”. Sempre nel 2001 Skoll completa la sua prima produzione, il minialbum “Cosmo o microcosmo”. Un anno più tardi, dà vita ad un nuovo lavoro chiamato “Evita” che ha come scopo quello di raccogliere fondi per le fasce deboli della popolazione dell’Argentina, colpita da una grave crisi economica. Ampio risalto al cd, e al suo scopo benefico, è dato da alcuni organi di informazione locale e nazionale. In particolare, il quotidiano “Il Giornale”, domenica 7 Aprile 2002 pubblica un ampio articolo con una foto di Skoll e una didascalia: “Il cantante di un mito. A Evita è dedicato il cd di Skoll venduto pro “cacerolados” dell’Argentina”.
Il 26 Giugno dello stesso anno si esibisce nel prestigioso teatro “Dal Verme” di Milano, davanti a più di mille persone ottenendo un grandissimo successo e, dopo solo quattro giorni, suona insieme al noto cantautore Gatto Panceri nella piazza centrale di Follonica davanti a tantissima gente (oltre 5.000 presenze). Skoll è finalista al 4 Festival nazionale di etichette indipendenti (Biella): dopo aver superato le selezioni estive per l’ammissione, supera anche la semifinale, prendendo così parte alla serata finale che si svolge il 25 ottobre 2002.
Nel marzo del 2003 pubblica il cd “Lune feroci”: il tour di promozione dell’album lo vede impegnato in moltissime località in Italia e all’estero. Il 6 marzo 2004, nel favoloso scenario del Vittoriale degli Italiani e insieme a Fabio Constantinescu (con il quale collabora stabilmente), tiene un concerto-evento riprendendo ben trenta successi della Musica Alternativa italiana.
Verso la fine di giugno 2005, pubblica l’attesissimo album “Sole e Acciaio”, un concept rock dedicato quasi interamente al grande scrittore giapponese Yukio Mishima e al Giappone tradizionale.
Il 25 aprile del 2007, Skoll pubblica il mini-cd “Eclisse” e, dopo qualche mese, “Il segreto di Lacedemone”, un lavoro acustico (chitarre acustiche, pianoforte e campionature sinfoniche) che si discosta dalle sonorità più dure degli ultimi lavori.
Fino ad oggi, Skoll ha fatto oltre 150 concerti: oltre che in Italia, Skoll ha suonato in Francia, Spagna, Germania, Olanda, Svizzera, Belgio e Canada.
Alla fine del 2010, pubblica “Armilustri Absinthium”, un atteso album di ballate per chitarre e pianoforte che segna un nuovo livello qualitativo raggiunto da Skoll e che rafforza il legame con i suoi musicisti storici: Fabio Constantinescu (in questo lavoro alle chitarre, al basso e all’armonica) e Davide Picone (al pianoforte).

http://www.skoll.it/home.php

 

A proposito dell'autore

Post correlati